Mirko Casadei, il re delle balere del terzo millennio

Mirko Casadei
Mirko Casadei (in rosso) e l’orchestra Casadei

«Sono contento di suonare a Ferrera Erbognone il liscio dell’orchestra Casadei, anche perché questa parola è stata coniata negli anni Settanta proprio in Lomellina, alle Rotonde di Garlasco». Sabato 22 giugno, alle 21.30, Mirko Casadei suonerà in piazza Giordano Bruno, ospite della Pro loco in occasione dell’annuale Sagra di San Giovanni. Mirko è pronipote di Secondo Casadei, autore di “Romagna mia” e nel 1928 fondatore dell’orchestra Casadei, e figlio del re del liscio Raoul, autore di “Ciao mare” (1973). In scaletta ci sono brani come il nuovo singolo “Solo per stare con te” e altri di repertorio che intrecciano suoni e sapori di generi musicali pop e folk di svariate provenienze (liscio, reggae, ska e taranta). Il nuovo singolo, scritto a quattro mani con il cantautore Zibba, sarà trasmesso dalle radio venerdì 28 giugno, ma già stasera sarà proposto in anteprima nazionale da Casadei. «“Solo per stare con te” parla di un viaggio nella monotonia di un’estate bollente – racconta Mirko Casadei – Un viaggio lungo l’autostrada che mi porta lontano dalla mia terra e dalle persone che amo. In questo viaggio, un po’ la metafora della vita, incontro tanta gente, vedo posti nuovi e straordinari, che però mi sembrano sempre gli stessi. La voglia di ripartire a tutta velocità si fa sentire presto. Conto le ore che mi separano da casa mia, per vedere il mio mare, la mia Romagna, solo per stare con il mio grande amore, Noa, la mia nipotina di sei anni. Ho scritto questa canzone insieme a Zibba, un autore che ha scritto, fra gli altri, per Jovanotti e la Mannoia».

Mirko Casadei3
Mirko Casadei è figlio di Raoul e pronipote di Secondo, il fondatore dell’orchestra

Il musicista romagnolo si dice particolarmente emozionato nel suonare a Ferrera Erbognone. La memoria va agli anni Settanta, quando il padre Raoul diffondeva il verbo del folk romagnolo nelle capitali del divertimento italiano, fra cui Garlasco. «Durante una pausa dell’esibizione – dice ancora Mirko – mio padre ricevette una domanda da un giornalista: “Come va stasera, Raoul?”. Lui rispose: “Vai col liscio!”. E il giorno dopo, in tutta Italia, il genere folk romagnolo cambiò nome in liscio: da allora questo termine è diventato sinonimo di divertimento sulla pista da ballo». Stasera l’esibizione del musicista romagnolo sarà impreziosita dalla fisarmonica mediterranea di Manuel Petti e dalla nuova figura femminile Valeria Magnani al violino e alla voce. Sul palco anche Stefano Giugliarelli, Marco Lazzarini, Gil Da Silva ed Enrico Montanaro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: