La Corale Laurenziana di Mortara dal 1920 al 2020

Si sono aperti ieri sera (sabato 21 dicembre) con il concerto di Natale “Ti adoreranno, Signore, tutti i popoli della Terra” i festeggiamenti per il centenario della Corale Laurenziana.

corale piatto
Il piatto celebrativo del centenario

Nella basilica di San Lorenzo il concerto è stato aperto da “Pax mundi”, brano scritto dal trombettista locale Alessandro Presta, seguìto da motivi di Vivaldi, Himmel, Daquin, Dentella, Saint-Saëns, Irving Berlin, Paganini, Haendel, De Marzi e Mendelsshon, senza dimenticare il “Puer natus” scritto dal direttore della Corale Santino Invernizzi, il tradizionale “Adeste, fideles” e il medley di carole natalizie. Sotto i riflettori c’erano la Corale Laurenziana e l’ensemble strumentale I Virtuosi Laurenziani.
«Pax mundi – rivela il direttore Invernizzi – è stato composto da Presta appositamente per il secolo di vita della nostra Laurenziana ed è volutamente predisposto per una velocità di esecuzione, invariata per l’intera durata del brano, di 100 battiti per minuto in sintonia con i 100 anni della Laurenziana. Nell’allegro evocativo gli intrecci tra gli squilli di tromba creeranno un dialogo musicale che culminerà nel secondo movimento “allegro liturgico”, parte riflessiva della composizione. Nell’allegro mistico finale, apparentemente più movimentato, le trombe si fonderanno in linee melodiche di giochi ritmici e modulazioni di tonalità. L’interazione armonica e melodica con l’organo, il flauto e il sax soprano creerà un’atmosfera di pace paradisiaca e di celestiale serenità, da cui il titolo “Pax mundi”, con cui l’autore ha inteso raccogliere sia l’universale augurio natalizio di amore e di pace sia l’auspicio di una sempre fiorente attività corale».

corale
La Corale Laurenziana durante la presentazione del Palio dell’oca 2019

Questo concerto ha inaugurato un anno speciale per la corale mortarese. La Schola Cantorum della basilica minore romana di San Lorenzo fece la prima comparsa nella notte del Natale del 1920, con le sezioni maschile e femminile. A don Gatti si affiancò, come organista, Ettore Schinelli, direttore della Scuola civica musicale. Il nome che il prevosto Luigi Dughera, chiamato l’anno precedente a reggere la parrocchia di San Lorenzo, volle scegliere per il nuovo coro fu Schola Cantorum Santa Cecilia. «Da quell’epoca, sotto la vigile protezione di Santa Cecilia, il coro si rivelò sempre più fine e brillante», scriverà lo stesso Dughera. «Noi oggi – prosegue Invernizzi – vogliamo ringraziare monsignor Dughera, che con profetica sensibilità pastorale intuì l’importanza del ruolo di guida di un coro nei riti liturgici, i parroci che si sono succeduti fino a oggi, i direttori, gli organisti e i cantori, di ieri e di oggi».

Il 2020, anno del centenario, inizierà il 16 maggio con “La Laurenziana incontra il Cinema”, serata di gala con le più belle colonne sonore e la presentazione del cofanetto multimediale “La Laurenziana del San Lorenzo in Mortara 2010-2020”, contenente un video celebrativo, un dvd storico-fotografico, un gadget ricordo e un annullo postale. Poi i due appuntamenti dell’Autunno musicale laurenziano, giunto alla nona edizione. L’anno del centenario si chiuderà il 18 dicembre con il classico concerto di Natale, sempre nella basilica di San Lorenzo.

Corale 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: